Pro Loco Castelbaldo

proloco-castelbaldo

VIRTUAL TOURscopri i luoghi e i monumenti di Castelbaldo

Paese della Bassa Padovana, posto a sinistra dell’ Adige, ai confini con il territorio veronese. Comunica con la strada che da Masi porta a Montagnana. La sua origine, come indicato dal nome, ricorda la presenza in passato di un luogo fortificato, costruito a difesa del confine padovano con quello veronese, e come punto di controllo dei traffici sull’Adige, che rappresentava un tempo la via principale del commercio tra il Mediterraneo ed il Brennero, una lapide con stemma del comune di Padova e presente nella strada che collega il comune a Begosso nel veronese.
Così il territorio di Castelbaldo, che gravitava nella giurisdizione del monastero di Santa Maria della Vanga­dizza di Badia Polesine, fu ceduto con parte dei terreni a destra dell’Adige, per la fabbricazione di un castello progetta­to dagli architetti Leonardo Bocca Leca e Fra’ Giovanni degli Eremitani. Esso venne ultimato nel 1292-93, quand’era podestà di Padova Lambertuccio de’ Frescobaldi, donde il nome di “Castro Baldo”, poi Castelbaldo. Come è evidenziato dalla carta del XVI secolo, la pianta del paese, che è mante­nuta tuttora nelle pani primitive, rispec­chia la sua antica funzione di fortezza e di controllo della via d’acqua.

 


  • Le due Chiese di Castelbaldo

Monumenti

Chiesa Arcipretale
Nel 1294 il Consiglio di Padova decretò l’erezione della chiesa, che fu intitolata a San Prosdocimo che, secondo la tradizione, figura come il fondatore della prima comunità cri­stiana di Padova. Questa prima chiesa, nella descrizione della visita pastorale del vescovo Barozzi, nel 1489 era ad una sola navata, lunga oltre 25 metri, larga 10 ed alta 9, con sette altari. Subì poi una lunga riedificazione, a partire dalla posa della prima pietra del 20 ottobre del 1783, con aggiunte e modifiche che si protrassero fino all’8 ottobre del 1932.

Pieve Santa Maria della neve o di San Zeno
Un’altra costruzione di tipo religioso è notevole ancora per la sua singolarità: sembra infatti un compatto agglomerato isolato, lungo l’Adige, sul confine del territorio di Verona, dal quale sembra avere ricevuto una qualche influenza nell’intitolazione della chiesa. Infatti,la chiesa, che si trova un po’ discosta da una compatta costruzione, forse un resto di un convento. Essa viene ricordata nel 1696 e, in seguito, nel 1776, anno in cui furono registrati lavori d’ingrandimento.

Oratorio Madonna del Buon Consiglio
Sulla strada per Merlara, ma ancora nel centro abitato, si trova la chiesetta della Madonna del Buon Consiglio, detta pure del Pilastro, già nominata nel 1829.

Spazio Natura
Ultimamente in via  San Zeno sul argine sinistro dell’ Adige è stata ristrutturata la vecchio casello del Genio Civile di cui il  comune è concessionario, dove vi è attrezzata una zona per il ristoro e mini camping per lo scautismo (info Comune di Castelbaldo).

 


proloco-castelbaldo

Via G. Garibaldi, 75
E-mail prolococastelbaldo@atesinoproloco.net
Pres. Gatto Moreno Via Stradona, 24 – 35040 Castelbaldo (PD)
Email: morenogatto@alice.it
Comunicazioni a segretario: Egidio Ziggiotto
E-mail segreteria@prolococastelbaldo.ithttp://www.prolococastelbaldo.it